sport migliore

" Cara Mamma e caro Papà , vengo in piscina per vivere un'esperienza giocosa con i miei coetanei, per amare l'acqua e per imparare a nuotare; non per soddisfare le tue aspirazioni. Quando le tue aspettative sono troppo elevate le mie difficoltà di apprendimento aumentano, la paura di non essere all'altezza mi genera ansia, e, spesso, è la prima causa dell'insuccesso. Se vengo criticato o disapprovato troppo spesso, se sperimento l'insuccesso ( ad esempio, quando vengo inserito, su richiesta tua, in un gruppo più avanzato rispetto al mio livello), è facile che nascano in me sentimenti di inferiorità, senso di colpa, inadeguatezza, desiderio di abbandonare l'attività.

Solo chi ha fiducia delle proprie capacità è disposto ad impegnarsi fino in fondo. L'autostima nasce dall'approvazione, dall'incoraggiamento, dal superamento degli ostacoli che separano dallo scopo. "

Pertanto, per favorire la fiducia in me è necessario:

  • incoraggiarmi, creando in me buone aspettative nei confronti delle mie capacità
  • approvarmi in caso di buona riuscita
  • aiutarmi dopo un insuccesso, rincuorandomi ed evitando di sfogare su di me la tua "delusione"
  • motivarmi al miglioramento delle mie prestazioni
  • farmi capire che essere differente dagli altri è cosa accettabile (ad esempio, meno bravo)
  • riconoscermi il diritto di non riuscire, mantenendo in me la certezza di essere comunque, rispettato, accettato e soprattutto amato.

Per favorire l'apprendimento....

  • il mio istruttore è in grado di valutare correttamente il mio processo di apprendimento. Non sostituirti a lui. Se hai dei dubbi chiedi di parlare con il coordinatore di vasca.
  • Valuta le mie prestazioni senza paragonarmi ad altri, non impormi confronti, ognuno va valutato per se stesso.

Noi bambini, in genere, ce la mettiamo tutta e quando non riusciamo abbiamo bisogno di sostegno!

Una lezione meglio che nessuna...(ma due sono meglio!)

Frequentare un corso di nuoto diventa sempre più difficile. Conciliare scuola e piscina con i tanti impegni è sicuramente complicato. Ce ne rendiamo conto anche noi...così vi viene proposto la lezione settimanale come alternativa, per consentire ai vostri bambini di imparare ugualmente a nuotare e ottenere benefici di questa bella attività sportiva. Se questa necessità è la vostra scelta, ricordate che...

Con una lezione settimanale i tempi di apprendimento si allungano, i progressi sono meno evidenti

D'altra parte i nostri corsi mono-settimanali sono condotti con le stesse modalità di quelli bi-settimanali, per questo anche se più lentamente tutti gli allievi impareranno a nuotare bene.

Infine, va tenuto presente che:

  • quando si sceglie questo tipo di corso è importante evitare di perdere lezioni (salvo malattia)
  • per ottenere benefici fisici e completare il programma didattico sono necessari vari anni
  • se vengono meno gli altri impegni, è preferibile passare alla frequenza bi-settimanale.

Con questo vogliamo far si che l'attività del nuoto svolta dai vostri bambini, sia per loro un momento in cui le varie tecniche di apprendimento vengano svolte nel modo più sereno e divertente possibile...